Occupare suolo pubblico per svolgere attività elettorali o referendarie

Occupare suolo pubblico per svolgere attività elettorali o referendarie

Chiunque deve occupare suolo pubblico temporaneamente, in nome e per conto di un partito politico, movimento, fondazione o comitato, tramite tavoli, gazebo o banchetti per iniziative politiche, deve presentare domanda di concessione per l'occupazione di suolo pubblico tramite apposita istanza.

Le iniziative politiche possono essere: raccolte di firme per candidature elettorali, campagne referendarie, petizioni, propaganda elettorale o referendaria.

Approfondimenti

Esenzione dal pagamento dell'imposta di bollo

Sono esenti dal pagamento dell'imposta di bollo le seguenti attività ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica, 26/10/1972, n. 642:

  • raccolta di firme per candidature elettorali (Legge 21/03/1990, n. 53, art. 14, com.3). L'occupazione del suolo può essere concessa dai 180 giorni antecedenti le votazioni
  • raccolta di firme per campagne referendarie e petizioni legislative (Legge 25/05/1970, n. 352)
  • propaganda elettorale e propaganda referendaria. L'occupazione del suolo  può essere concessa dai 30 giorni antecedenti le votazioni.

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Sezioni: Polizia locale
Ultimo aggiornamento: 25/11/2020 17:46.30